ArmoniaMeditazioneUnità

una via per la consapevolezza

Armonia
Viviamo costantemente in una danza degli opposti, oscilliamo tra ordine e caos, luci ed ombre, gioie e dolori, consonanze e dissonanze, da ciò scaturisce il dinamismo vitale che caratterizza ogni fenomeno.
Quando qualcosa ci appare disarmonico è perchè presenta elementi di conflitto, tensione, sospensione, mentre ciò che definiamo armonico ha a che fare con quel principio ordinatore che suscita in noi una percezione di compiutezza, risoluzione, equilibrio, stabilità, coerenza e bellezza.

Meditazione
La pratica meditativa è un processo introspettivo che ci permette di riconoscere e sospendere la frenetica attività della mente, può avvenire in maniera autonoma oppure guidata da un elemento che, catturando la nostra attenzione, favorisce la concentrazione e permette di radicarci nel momento presente.
Siamo abituati a identificarci con i pensieri che si manifestano nella mente e che riguardano il chi siamo, cosa proviamo, cosa vogliamo etc… il diventare testimoni consapevoli dei nostri processi interni ci conduce ad uno stato di presenza, lucidità e sollievo.

Unità
Spesso la realtà nella quale ci identifichiamo altro non è che il luogo delle nostre proiezioni, un illusione creata dalla nostra mente
L’Ego, istanza psichica che ci definisce e quindi ci limita, ci spinge verso la separazione sezionando ed etichettando i vissuti e mette in campo strategie difensive al fine di evitare la dissoluzione della struttura identitaria.
Alcune pratiche psico-corporee ci consentono di trapassare queste barriere egoiche e di entrare anche solo per un istante in uno stato di coscienza espansa, aprendo un portale verso esperienze di Unità in cui spazio e tempo perdono il loro significato ordinario.

Sessioni di gruppo e trattamenti individuali
A M U si configura come uno spazio protetto di cura e relazione nel quale si offrono esperienze armoniche servendosi dell’energia generata dalle vibrazioni sonore, è un percorso di ascolto profondo guidato dal Suono, la cui saggezza offre informazioni utili e preziose.
Osservare senza giudizio i propri oggetti interiori è solo il primo passo del processo che ci condurrà a diventare Suono, convibrare con le frequenze emesse dagli strumenti armonici può aprire inaspettati scenari di conoscenza e trasformazione, un’esplorazione intensa che coinvolgerà i sensi e il corpo grossolano così come i livelli più sottili.
Vengono proposte sessioni di gruppo con l’utilizzo di campane tibetane, gong, voce e altri strumenti in cui si sperimenterà la sintonizzazione, la risonanza e l’esposizione a strutture interne coerenti, proprie dei suoni armonici.
I benefici riscontrabili immediatamente dopo la fine di ogni seduta comprendono: riduzione di tensioni e stress, stato di maggior calma, presenza e centratura, scioglimento dei blocchi energetici, contenimento
di disturbi emotivi come depressione, ansia, insonnia e relative somatizzazioni (gastriti, mal di testa, disturbi respiratori etc).
Con i trattamenti individuali, da prenotare su appuntamento, sarà possibile un intervento mirato e personalizzato sulle esigenze di ciascuno grazie alla maggior intimità della relazione.
Tramite l’utilizzo delle ciotole posizionate direttamente sul corpo, si andrà ad agire sull’apparato scheletrico e muscolare, sulle articolazioni e sul sistema nervoso parasimpatico al fine di ristabilire un equilibrio globale della persona.

 

Prime due sessioni di gruppo 

Martedi 12 Ottobre

Martedi 26 Ottobre

Inizio alle 21.30, ritrovo mezz’ora prima.
Durata degli incontri 60 minuti, costo 7€ + tessera associativa , preregistrati qui
Portare un materassino da yoga, una copertina e abiti comodi.

prenotazioni direttamente a Maurizio, massimo 10 partecipanti

Maurizio.abate@yahoo.it
3408578106

 

In verità, due sono gli universi (Brahma) su cui meditare: quello del suono e quello del non-suono. Ebbene, il non-suono si rivela soltanto attraverso il suono. Questa, invero è la strada. Questa è l’immortalità. Questa è l’unione completa, e anche la pace.
Maitri Upanishad, 6.22
Dove il mondo cessa di essere il palcoscenico delle nostre speranze e dei nostri desideri per divenire l’oggetto della libera curiosità e della contemplazione, lì iniziano l’arte e la scienza. Se cerchiamo di descrivere la nostra esperienza all’interno degli schemi della logica, entriamo nel mondo della scienza; se, invece, le relazioni che intercorrono tra le forme della nostra rappresentazione sfuggono alla comprensione razionale e purtuttavia manifestano intuitivamente il loro significato, entriamo nel mondo della creazione artistica, ciò che accomuna i due mondi è l’aspirazione a qualcosa di non arbitrario, di universale”
Albert Einstein
Se vuoi scoprire i segreti dell’universo, pensa in termini di energia, frequenza e vibrazione.
Nikola Tesla